Ancora abbondante la presenza dell’alga tossica tra Molfetta e Bisceglie

Nel primo pomeriggio l’ARPA Puglia ha diffuso i dati riguardanti il monitoraggio dell’ “Ostreopsis ovata” nella prima quindicina del mese di Luglio, allo scopo di verificare eventuali fenomeni di fioritura della microalga, potenzialmente tossica. Permane la preoccupazioni del dato riguardante il punto a “500mt sud fogna citt.na Bisceglie” con 6.156.045 cellule, in acque fondo, e 41.120 cellule, in acque colonna.

I dati precedenti erano di 6.318.531 cellulle, in acque fondo, e 398.140 cellule, in acque colonna. Tenendo conto che il  limite è di 10.000 cellule/litro in colonna d’acqua per l’insorgenza di un eventuale rischio sanitario l’allerta rimane sempre alta.

Il dato rimane critico ed enigmatico, sempre in considerazione che in quel tratto di mare dal 2008 al 2013, nello stesso periodo e fino alla prima quindicina di luglio, i parametri erano di “zero” cellule. Pertanto ancora una volta chiediamo alle autorità preposte e ai sindaci delle due città cosa stia accadendo di grave in quel territorio, anche alla luce delle dichiarazioni del sindaco di Molfetta che ipotizzava la possibile confluenza di scarichi industriali anomali sversati nella fogna cittadina senza alcun trattamento.